Perché essere infelici e soffrire non è amore?

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

la sofferenza non e amore

Tutto ciò che origina l'infelicità e la sofferenza non è amore

È per farci cambiare dentro che le situazioni che viviamo ci fanno sperimentare sofferenza. Lo fanno per invitarci a uscire dal dolore e non per continuare ad alimentarlo. L'amore porta gioia, il non amore fa soffrire, e non stando bene nella sofferenza siamo stimolati a cambiare per scegliere così finalmente il vero amore.

Lo ricerchiamo con tutto noi stessi, con corpo, mente ed anima, perché vogliamo stare bene ed essere felici, quindi attraverso la sofferenza il non amore ci porta al conflitto per spingerci a dirigerci oltre, verso altri lidi. E' il non capirlo che ci fa perpetuare schemi di comportamento ripetutamente inadeguati e distorti.

Bruciarci con il fuoco dovrebbe insegnarci a non toccarlo più, invece impariamo ad adattarci, perché l'istinto di conservazione ha richiesto per lunghi millenni l'adattamento ai dolori, alle sofferenze più grandi per poter continuare a vivere, e così abbiamo ritenuto che fosse naturale la sofferenza ed impossibile viverci senza.

Ha prevalso la nostra natura animale, sappiamo infatti che alcuni animali sono costretti a sopravvivere in gabbia o in cattività, lontani dai loro habitat ideali. L'uomo ha applicato agli animali lo stesso genere di trattamento che ha riservato a se stesso. L'uomo purtroppo continua a credere che l'amore significhi sofferenza e che debba lottare per averlo. Non è così: l'amore è un diritto di nascita, un bene imprescindibile del genere umano.

Noi, in quanto figli di Dio, siamo figli dell'amore, ma perché tutto questo non viene compreso e vissuto naturalmente? Perché ci sono uomini e donne che invece lottano, soffrono ed arrivano ad uccidere e ad uccidersi per amore? Perché nella mente e nel cuore umano scorre uno strano virus che lo ha reso sordo e cieco di fronte all'amore come sentimento di bellezza, verità, armonia, giustizia, nei confronti della vita.

L'uomo è schiavo di automatismi che lo rendono soggiogato dagli impulsi e dalla paura. L'uomo non si accorge che per essere libero deve volere di più e smettere di credere che la vita sia solo un luogo di patimenti e di dolore. Deve riscoprire la propria natura divina.

L'uomo deve capire che non potrà mai essere felice se non si concepisce unito alla Terra e ai suoi fratelli. Siamo Uno. Possiamo cambiare il mondo solo se lo crediamo possibile e se iniziamo prima con il cambiare noi stessi.

Ama il prossimo tuo come te stesso

Non esiste un messaggio più bello e vero. Vivendolo pienamente si possono fare tutte le trasformazioni alchemiche necessarie al compimento di quello che il Divino ha concepito per l'uomo: che viva libero e felice. Illuminante è la via del Tao: l'Uno contiene già l'altro ed è dall'achimia delle parti che si ritorna al Tutto. Noi siamo già tutto ma finché non lo scopriamo ci percepiamo isolati, separati e distaccati dalla fonte.

Noi siamo un frammento di Universo che sta percependosi solo e abbandonato, ma non esiste nessun rifiuto da parte di Dio, siamo solo noi a determinare il tipo e il livello della nostra percezione dell'Essere. Quindi nella misura in cui possiamo lasciare andare l'idea della separazione e della chiusura in un mondo solo nostro, così possiamo riuscire a tornare a risentirci parte di un Universo che ci contiene e ci sostiene sempre.

Dio vuole per noi il meglio, perché siamo suoi figli e come ogni Madre – Padre desidera la nostra massima felicità, ma noi siamo come il figliol prodigo, che solo dopo aver sperperato i suoi averi decide di ritornare a casa.

Cosa fare per smettere di soffrire

Alla fine dobbiamo solo affidarci a un bene più grande, che sa gestire e amministrare la vita con amore, bellezza, verità e giustizia. Tutto è un'esperienza, tutto serve. I tempi ormai sono maturi, siamo vicini all'epilogo di questi avvenimenti che ci hanno portati lontano e ci hanno fatto sentire disperati e soli.

Stiamo tornando a Casa, ma perché questo si avveri c'è bisogno di uomini e donne capaci di andare oltre le apparenze, capaci di vedere lontano, oltre i propri limiti, oltre le cortine del tempo e dello spazio, di andare oltre i propri interessi personali e vedere oltre.

So che questo non è semplice. È chiaro che in un mondo come il nostro riuscire a vedere la luce può essere complesso, vedere la bellezza in tante brutture può essere complicato, tuttavia gli uomini di buona volontà possono farcela a spostarsi oltre il buio e la notte. Siamo tutti qui per questo, per vivere la gioia e per agevolare coloro che ancora non riescono a trovare la via.

Oggi siamo qui per portare il contributo dell'amore

Solo l'amore è vero, solo l'amore è reale, ma l'uomo provato da innumerevoli eventi accumulati in tante vite ha dimenticato come amare. Ricordiamoci invece che proveniamo dall'amore, siamo immersi costantemente in esso ed è verso di esso che stiamo orientando il nostro cammino.

I Maestri di Luce e gli Angeli stanno illuminando il Sentiero affinché noi si possa procedere più spediti e sicuri. Nei tempi bui del Kali Yuga tutto si è ricoperto di nebbia ed oggi gli operatori di luce sono chiamati a sollevare il velo di Maya. Tutto parte da Dio ma si esprime e si articola attraverso l'uomo.

Siamo in tanti a volere questo cambiamento perché ciò è scritto nel nostro DNA, infatti la Terra sta chiamando e noi stiamo rispondendole. Tutto ciò che occorre è orientarsi verso la luce e ritrovare la forza di andare avanti, sapendo che Dio è con noi e in noi e sta muovedo fili sottili affinché il Piano si compia e tutti gli uomini possano liberarsi dall'illusione, dall'essere qui impotenti e poveri, perché tutti noi siamo creatori di realtà.

La vera ricchezza è quella dello Spirito

E noi siamo qui per ritrovarla, sperimentarla, viverla e consegnarla a coloro che vogliono condividerla con noi. Qui sotto trovate il video con questo mio messaggio che vuole essere di speranza, di conforto per coloro che non sanno dove andare, non sanno più se quello che stanno facendo è giusto e stanno cercando delle risposte.

Chiedete e vi sarà dato: Dio arriva sempre al momento giusto, donando le cose giuste a coloro che le cercano con il cuore puro. Pace in Terra a tutti, e che la sofferenza non sia più di questo mondo!